Notizie sezionali

2017


  • Mendrisio - Avvicendamento alla Presidenza della Sezione

    09 novembre 2017, Mendrisio


    Da Economia Fondiaria no. 6/2017 VOCI DELLE SEZIONIIl 9 novembre u.s. presso l'Hotel Coronado di Mendrisio si è tenuta l'assemblea sezionale di Mendrisio. Dinnanzi ai numerosi soci accorsi, Fiorenzo Robbiani che ha guidato la sezione per gli ultimi 10 anni, ha ceduto il testimone all'avv. Gianluca Padlina di Mendrisio.Il Presidente si è detto convinto di avere lasciato la sezione nelle mani di un successore molto valido, giovane e che ha già avuto modo di occuparsi in modo approfondito, nell'ambito della sua attività professionale, di temi attinenti all'attività sezionale, come ad esempio la controversa tassa di collegamento. La sua attività di municipale di Mendrisio gli garantisce inoltre una visione politica, oltre che un'ampia visione sulla realtà locale.L'avv. Padlina si è detto motivato e molto onorato della carica e ha raccolto con entusiasmo la fiducia tributatagli dai soci.Il Presidente Cantonale Gianluigi Piazzini e la Segretaria Cantonale Renata Galfetti hanno dal canto loro ringraziato il Presidente Robbiani per l'impegno profuso ricordando in particolare l'acutezza dei suoi interventi in seno al Consiglio Direttivo e il suo approccio costruttivo. Al neo eletto avv. Padlina hanno formulato i migliori auguri di tanto successo e soddisfazioni, certi che la scelta sia ricaduta su una persona di grande competenza e indubbiamente adatta per la carica.Dopo un intervento dell' avv. Galfetti che ha riferito di temi attuali in ambito locativo, i presenti hanno poi avuto l'onore di seguire un'apprezzatissima relazione del Consigliere di Stato, dir. Norman Gobbi che ha trattato l'argomento molto attuale della "Sicurezza nel Mendisiotto". Ne è nata una vivace discussione da parte del pubblico, estremamente interessato.La serata si è conclusa con una buona cena in vivace compagnia.

    Leggi tutto
  • Bellinzona - Assemblea ordinaria 9 novembre 2017

    09 novembre 2017, Bellinzona


    Da Economia Fondiaria no. 6/2017 VOCI DELLE SEZIONI La Sezione di Bellinzona e distretto ha tenuto l’Assemblea ordinaria il 9 novembre 2017 presso il Ristorante La Tureta con sede a Giubiasco.Vi è stata una massiccia partecipazione, i soci presenti erano infatti un’ottantina.Il Presidente è intervenuto sottolineando la situazione del mercato immobiliare, in particolare la preoccupazione sempre più importante per la costruzione di nuovi appartamenti e per gli sfitti che si stanno vedendo nel Bellinzonese.Era presente l’avv. Simone Gianini, Capo Dicastero della pianificazione di Bellinzona, il quale ha riferito sulle previsioni di Piano Regolatore a seguito dell’aggregazione dei 13 Comuni del Bellinzonese e sulle modifiche richieste dalla Legge Federale sulla pianificazione territoriale in particolare in relazione alla centralizzazione delle aree edificabili future.Il Municipale ha spiegato nel dettaglio questa procedura, facendo presente le preoccupazioni che vi sono da parte del Comune, per queste nuove disposizioni di Legge, che potranno comportare oltre che dei limiti di costruzione per i proprietari immobiliari, anche degli oneri finanziari che ricadono sul Comune, qualora dovessero essere versati degli indennizzi.Ha sottolineato che saranno toccati da eventuali restrizioni soprattutto i terreni situati non nel centro della città, ma in periferia del nuovo Comune aggregato.Ha inoltre spiegato le modalità di adozione del nuovo Piano Regolatore. L’avv. Gianini ha riferito sullo stato della procedura per gli immobili meritevoli di conservazione, sulle previsioni per la realizzazione del semisvincolo di Via Tatti e sulla sistemazione viaria del Viale della Stazione.La sua relazione è stata di grande interesse e apprezzata.Dopo l’Assemblea vi è stato un gradito aperitivo per tutti i presenti.Avv. Stefano ZanettiPresidente Sezione di Bellinzona

    Leggi tutto

2015


  • Bellinzona - Alptransit

    01 luglio 2015, Bellinzona


    Da Economia Fondiaria no. 4/2015 VOCI DELLE SEZIONITra meno di un anno vi sarà l’apertura ufficiale di AlpTransit.Secondo le previsioni per la regione di Bellinzona quest’opera, storica e di rilevanza internazionale, porterà certamente a dei cambiamenti, senz'altro importanti dal profilo economico generale e da quello immobiliare.Questa situazione dovrebbe creare un maggior indotto e aumentare il gettito fiscale.La possibilità di raggiungere Bellinzona da Zurigo in un’ora e mezzo, secondo gli studi, dovrebbe comportare un maggior afflusso di persone, sia quali turisti sia quali residenti nella Città o nelle zone limitrofe.Si prevede che a Bellinzona il numero degli utenti della stazione dovrebbe passare dagli attuali 3.5 milioni agli stimati 5.5 milioni all'anno.Vi saranno però inevitabilmente anche degli inconvenienti per l'impatto ambientale, causato dal maggior traffico ferroviario, con il passaggio di oltre 40 treni al giorno ad alta velocità, provocando un inquinamento fonico e forse anche un degrado per le proprietà poste a confine con la ferrovia.A tal proposito le FFS alcuni anni orsono avevano preso contatto con i possibili proprietari, interessati da questi disturbi, per trovare delle soluzioni di adattamento, ma che verosimilmente non saranno sufficienti.Il tutto non si potrà che verificare, dopo che ci sarà l'apertura del traffico ferroviario.Il previsto progetto di circonvallazione a partire da Claro e attraverso la montagna di Carasso, che avrebbe potuto risolvere questo impatto ambientale, non verrà a breve termine realizzato.A seguito di questa importante opera a Bellinzona, come è stato illustrato nel corso di una serata da parte dei responsabili delle FFS e del Municipio sono in corso dei lavori di ristrutturazione della stazione, ultra centenaria, delle vie di accesso e della stazione per gli autobus.A prescindere dal progetto in corso che, a seconda dei gusti personali e soggettivi, può o meno piacere, la costruzione di 150 posti auto, quale Park Rail, non può che sorprendere, perché insufficienti, rispetto al previsto aumento dei passeggeri e delle persone, che dovrebbero transitare.Vi è da sperare che le persone preposte abbiano per tempo a prendere le necessarie misure onde permettere l'accesso alla stazione da parte di chi intende far uso del treno, rispettivamente per i turisti che visiteranno Bellinzona e i suoi dintorni.La Sezione di Bellinzona e distretto ha su questo tema organizzato una serata informativa per i soci alla quale hanno preso parte, il capo dicastero avv. Simone Giannini e il responsabile del progetto per le ferrovie signor arch. Eduard Zuro.La serata è stata interessante ed apprezzata dai presenti.Avv. Stefano ZanettiPresidente Sezione di Bellinzona

    Leggi tutto
1. /it/chi-siamo/sezioni/notizie-sezionali 2. 3. 4. /it/chi-siamo/sezioni/notizie-sezionali

Questo articolo è accessibile solo ai soci CATEF.

Diventa socio